Anno Accademico: 2012-2013
:: Ricerca ::
Titolatura
Docente
Settore disciplinare
Corso di laurea
Iscrizione on line Appelli d'esame Avvisi
:: Insegnamento :: Laboratorio di Lingua Inglese A
Titolatura Laboratorio di Lingua Inglese A
CDS Discipline dello spettacolo e della comunicazione, Scienze dei Beni Culturali (DM 270), Lingua e letteratura italiana (DM270), Lettere (DM 270), Orientalistica: Egitto, Vicino e Medio oriente, Storia (DM 270), Filosofia (DM 270), Archeologia (DM270), Storia e Civiltà (DM270)
Docenti Sabrina Noccetti
Tipo di insegnamento Corso
Codici/crediti Modulo unico:284LL cfu:6
Settore scientifico - disciplinare L-LIN/12 Lingua e traduzione - Lingua inglese
NoteInizio corso: 27 settembre 2012
Fine corso: 13 dicembre 2012
NOTA BENE: venerdì 2 novembre 2012 non si farà lezione.
Periodo lezioniPrimo semestre
OrarioPrimo semestre Giovedì 10:0-12:0 R1 Aula 1 Palazzo Ricci, I piano Inizio corso il 27 settembre 2012
Primo semestre Venerdì 10:0-12:0 R1 Aula 1 Palazzo Ricci, I piano
Commissione: MembriNoccetti Sabrina, Cappelli Gloria
Commissione: SupplentiBeccone Simona
Titolo - modulo A o unicoOBIETTIVO DEL CORSO
L’obiettivo principale del corso è rendere gli studenti sensibili alle variazioni della lingua inglese, sia scritta che orale, in funzione al tipo di testo e al destinatario. Si forniranno agli studenti quegli strumenti, sia grammaticali che testuali, che permettano loro di sviluppare la capacità di identificare, comprendere e produrre testi di tipo diverso e di trasformare un testo scritto in orale (e viceversa). L’analisi privilegerà il “factual writing”, cioè scritti che trattano di fatti, opinioni e idee.
Argomento: Modulo ACONTENUTI DEL CORSO
Il corso affronterà il tema dei vari generi e tipi testuali inglesi di natura fattuale prendendo come teoria di riferimento il funzionalismo (Halliday Michael A. K. 1994, Martin Jim 2003) e, in particolare, l’idea che le differenze strutturali, lessicali e stilistiche, sono dovute alla natura interpersonale dei testi e alla diversa funzione che essi svolgono.
Il corso si dividerà in tre parti, una con l’esperto linguistico e due con il docente titolare:
1) 40 ore con un esperto madrelingua che introdurrà argomenti di grammatica di livello intermedio-alto (ingresso al corso con livelloB1+, uscita B2), il cui apprendimento sarà valutato in sede d’esame.
Libro di Testo: Autori: Michael Duckworth , Kathy Gude and Jenny Quintana , 'Countdown to First certificate'. Upper-Intermediate della Oxford University Press.
2) La prima parte del corso, più teorica, sarà dedicata alla complessità testuale, alla descrizione del funzionalismo (Halliday 1994) e all’appraisal theory (Martin 1989, 2003) cornice teorica di riferimento adottata per analizzare i testi. Con l’obiettivo di introdurre il concetto di complessità strutturale e semantica del testo, si proseguirà con la descrizione e l’analisi dei principi di testualità (con attenzione soprattutto a coesione e coerenza), si introdurranno sia la distinzione semiotica tra icone, indici e simboli, sia il concetto di marcatezza, e si introdurrà il concetto di ruolo semantico e le sue implicazioni nel processo di costruzione del significato in un testo. Inoltre, attraverso esercitazioni, si introdurrà la differenza tra registro formale ed informale e si proporranno all’analisi vari tipi testuali di natura fattuale (Report; Recount, Description; Exposition/Argumentative; Explanation; Procedure) e, anche se più marginalmente, non-fattuale (narrativa).
3) La seconda parte del corso sarà dedicata al testo orale e alle sue caratteristiche. Il testo orale che verrà preso come modello è quello della presentazione di un paper. Si forniranno istruzioni affinché la presentazione risulti ben strutturata, chiara, efficace, e linguisticamente adeguata al contesto e all’audience. Gli argomenti che in dettaglio verranno affrontati saranno: Come iniziare una presentazione, come renderla interessante, come guidare l’ascoltatore all’interno della presentazione orale, come descrivere e utilizzare grafici e figure, come utilizzare la voce (accento, enfasi, intonazione) e le strutture linguistiche per creare contrasto, attenzione, per aumentare e diminuire la forza dell’atto linguistico, come rispondere a domande.
Testi: Modulo AReferences for the students:
(to be downloaded from the page of Noccetti on Omero/documenti)

Martin, Jim R.. Introduction.
Martin, Jim R.. Mourning: How we get aligned.
White, P.R.R.. Evaluative semantics and ideological positioning in journalistic discourse – a new framework for analysis.
White, P.R.R.. Death, Disruption and the Moral Order: the narrative impulse in mass-media ‘hard news’ reporting.

Bibliografia generale
Su Appraisal Theory; Analysis of Language and hard news reports
Martin, Jim R. Factual writing: exploring and challenging social reality. Oxford: OUP., 1989.
Martin, Jim R.. Introduction. Text 23(2), 2003, 171–181.
Martin, Jim R.. Mourning: How we get aligned. Discourse & Society, Vol 15(2-3), 2004, 321-344.
White, P.R.R. Evaluative semantics and ideological positioning in journalistic discourse – a new framework for analysis. To appear in Mediating Ideology in Text and Image: ten critical studies, Lassen, I. (ed.), Image and Ideology in the Mass Media, John Benjamins, Amsterdam, 2006, 45- 73.
White, P.R.R.. Death, Disruption and the Moral Order: the narrative impulse in mass-media ‘hard news’ reporting. (From, White, P.R.R. 1997. 'Death, Disruption and the Moral Order: the Narrative Impulse in Mass-Media Hard News Reporting.', in Genres and Institutions: Social Processes in the Workplace and School, Christie, F. Martin, J.R., London, Cassell: pp. 101-133).

Exercises on genre
Cory, H. Advanced Writing with English in use. 1999. Oxford: OUP.

Functionalism; Principi di testualità
Halliday Michael A. K. An Introduction to Functional Grammar. London: Arnold, 1994.
De Beaugrande e W.U. Dressler “Introduction to text analysis”
Presenting techniques
Powell M. Presenting in English. How to give successful presentations. Thomson Heile, 2002.

NOTE: il programma non viene inviato per email. Indicazioni relative al corso si trovano sulla pagina di Omero del docente (alla voce documenti e notizie) .
Eventuali indicazioni per non frequentantiPer non frequentanti
I non frequentanti, rimanendo inalterati gli obiettivi dell’ esame, dovranno:

a) Sostenere la prova scritta tesa a verificare le competenze grammaticali e stabilire il livello di competenza linguistica. Alla prova scritta, l’esperto collaboratore linguistico assegnerà un giudizio sintetico: insufficiente; sufficiente, buono, distinto, ottimo. La prova si supera con sufficiente.

b) Fare un presentazione power point/o un poster in lingua inglese che verrà presentato alla docente in sede di esame. La valutazione della prova orale si baserà sulla struttura e sull’efficacia comunicativa della presentazione, sulla chiarezza espositiva, sulla fluidità e pronuncia della lingua e sull’abilità a rispondere alle domande, nonché sulla capacità ad esporre i contenuti nel tempo stabilito, fissato a 10 minuti per la presentazione più 5 per la discussione. Rispondere a domande sul corso.
c) Inoltre, gli studenti non frequentanti dovranno rispondere a domande sui seguenti testi:
Martin, Jim R. (2003) Introduction. Text 23(2), pp. 171–181.
Martin, Jim R. (2004) Mourning: How we get aligned. Discourse & Society, Vol 15(2-3), pp. 321-344.
White, P.R.R. (1997) Death, Disruption and the Moral Order: the narrative impulse in mass-media ‘hard news’ reporting.
White, P.R.R. (2006)Evaluative semantics and ideological positioning in journalistic discourse – a new framework for analysis (scaricabili dalla pagina di Omero del docente, ciccando alla voce documenti, e poi bibliografia).
d) Portare un articolo di cronaca tratto da un giornale inglese (cartaceo oppure on-line) e analizzarlo, descrivendone la struttura, la distribuzione dell’informazione e le caratteristiche linguistiche.
Propedeuticità richieste dal docentePROPEDEUTICITÀ
Si consiglia la frequenza a coloro che abbiano una competenza linguistica in entrata di livello B1+ del Quadro Comune Europeo di Riferimento.
Possono sostenere l’esame solo coloro che abbiano già sostenuto l’esame del modulo B (o dimostrino di aver ottenuto certificazioni di livello B1+ presso altra istituzione).
Modalità d'esameMODALITÀ D’ESAME
L’esame consisterà in due prove, una scritta e una orale.
Prova scritta
La prima prova scritta sarà un test di competenza linguistica di livello B2, relativamente agli argomenti trattati con l’esperto madrelingua.
Prova orale
Consterà di due parti: 1) una presentazione orale di circa 10 minuti (in power point) su un argomento a piacere, cui seguirà una breve discussione con domande; 2) verifica riguardante gli argomenti in programma: tipi testuali, funzionalismo, appraisal theory, semiotica, principi di testualità.
I non frequentanti dovranno leggere 4 articoli e rispondere a domande sull’appraisal theory, inoltre, sarà loro chiesto di analizzare un articolo di cronaca tratto da un newspaper on-line.
Prossimi appelli Da settembre 2014 le iscrizioni si raccolgono dal portale esami di ateneo

Ultimo aggiornamento: 26/9/2012


Home Altri anni accademici Operatori Docenti
Tutte le informazioni contenute in questo sito sono a disposizione del pubblico solo per uso privato. E' espressamente vietata la riproduzione totale o parziale a fini commerciali di testi e immagini qui pubblicati.