Anno Accademico: 2012-2013
:: Ricerca ::
Titolatura
Docente
Settore disciplinare
Corso di laurea
Iscrizione on line Appelli d'esame Avvisi
:: Insegnamento :: Letteratura italiana A-B
Titolatura Letteratura italiana A-B
CDS Lingua e letteratura italiana (DM270)
Docenti Giorgio Masi
Pagina webhttp://rasta.unipv.it/index.php
Tipo di insegnamento Corso/Seminario
Codici/crediti Modulo unico:502LL cfu:12
Settore scientifico - disciplinare L-FIL-LET/10 Letteratura italiana
Periodo lezioniAnnuale
OrarioSecondo semestre Lunedì 10:0-12:0 R1 Aula 1 Palazzo Ricci, I piano inizio lezioni: 27 febbraio
Secondo semestre Mercoledì 10:0-12:0 R1 Aula 1 Palazzo Ricci, I piano
Commissione: MembriMarcello Ciccuto, Angela Guidotti, Luca Curti
Commissione: SupplentiSergio Zatti, Elena Salibra, Giuliana Petrucci
Titolo - modulo A o unicoL'autunno del petrarchismo: i due libri "De le rime di diversi nobili poeti toscani raccolte da Messer Dionigi Atanagi"
Argomento: Modulo APer riflettere sulla natura concreta del cosiddetto petrarchismo cinquecentesco, il corso si soffermerà su alcuni degli autori i cui testi poetici furono raccolti nel 1565 dal poligrafo Dionigi Atanagi (1504-1573) in due libri stampati a Venezia da Ludovico degli Avanzi. Si tratta di una sorta di consuntivo finale della voga letteraria, "esplosa" esattamente vent'anni prima con un'altra antologia, il primo dei nove libri di "Rime di diversi" curato da Ludovico Domenichi per Gabriele Giolito. L'antologia dell'Atanagi contiene testi di autori che è difficile considerare semplicemente dei petrarchisti, come Torquato Tasso e, fra gli altri, Michelangelo Buonarroti; è assente il Bembo, mentre compaiono poeti quattrocenteschi, come Tebaldeo (aborrito dallo stesso Bembo) e il Boiardo.
Si partirà da uno di questi autori "anomali", il Buonarroti, per approfondirne la personale poetica di "lunga durata" (in quanto attraversò epoche radicalmente diverse tra loro), e per usare i suoi testi come una pietra di paragone con quelli degli autori riuniti dall'Atanagi, la cui lettura sarà affidata agli studenti.
Nelle due parti del corso, rispettivamente nel primo e nel secondo semestre, sono previste lezioni introduttive del docente (inizio del primo semestre) ed eventualmente di raccordo (inizio del secondo semestre), seguite nell'uno e nell'altro semestre dalle relazioni degli studenti (vedi Modalità d'esame), secondo un calendario da stabilire in base al numero dei frequentanti. Anche il numero delle relazioni che ogni studente dovrà tenere (una o due) dipenderà da quest'ultimo numero.
ATTENZIONE: non si tratta di due moduli distinti e "separabili", ma di due parti di un corso a modulo unico da 12 cfu.
Testi: Modulo ANon esistono edizioni moderne dell'antologia di Dionigi Atanagi. Il testo originale dei due libri è scaricabile accedendo a Omero attraverso il nome del docente, tra il "Materiale didattico". L'elenco dei componimenti in essi pubblicati e le eventuali ricorrenze degli stessi in altre sillogi cinquecentesche è reperibile all'indirizzo Internet sopra indicato, corrispondente a un sito sulle antologie poetiche italiane del Cinquecento allestito dall'Università di Pavia.
Per altre edizioni delle poesie presenti in tale raccolta, oltre alle edizioni critiche dei singoli autori si può fare riferimento alle seguenti antologie:
- Lirici del Cinquecento, a cura di D. Ponchiroli e G. Davico Bonino, Torino, UTET, 1968;
- Lirici del Cinquecento, a cura di Luigi Baldacci, Milano, Longanesi, 1975;
- Poesia italiana del Cinquecento, a cura di Giulio Ferroni, Milano, Garzanti, 1978;
- Antologia della poesia italiana, diretta da Cesare Segre e Carlo Ossola, Torino, Einaudi, 2001, vol. [4], Cinquecento;
- Rime diverse di molti eccellentissimi autori (Giolito 1545), a cura di F. Tomasi e P. Zaja, Torino, Res, 2001;
- Poeti lirici, burleschi, satirici e didascalici, a cura di Guglielmo Gorni, Massimo Danzi e Silvia Longhi, Milano-Napoli, Ricciardi, [2001].
Altre indicazioni saranno fornite durante il corso.
Testi Vecchio ordinamento: Vedi Testi d'esame e Bibliografia comuni.
Bibliografia di riferimentoI saggi cui si farà maggiore riferimento sono i seguenti:

- C. Mutini, "Atanagi, Dionigi", nel "Dizionario biografico degli Italiani", vol. 4, Roma, Istituto della Enciclopedia Italiana, 1962 (reperibile anche in rete all'indirizzo http://www.treccani.it/enciclopedia/dionigi-atanagi_(Dizionario-Biografico)/

- G. Izzi, Petrarchismo e commentatori petrarcheschi del Cinquecento, in Dizionario Critico della Letteratura Italiana, Torino, UTET, 1974, vol. III pp. 33-41;

- F. Erspamer, Itinerari del petrarchismo, in Manuale di letteratura italiana. Storia per generi e problemi, a cura di F. Brioschi e C. Di Girolamo, Torino, Bollati Boringhieri, 1993-1996, vol. II, pp. 200-212;

- S. Bigi, Le "Rime di diversi" a cura di Dionigi Atanagi, in Il libro di poesia dal copista al tipografo, Ferrara, 29-31 maggio 1987, a cura di M. Santagata e A. Quondam, Modena, Panini, 1989, pp. 239-242;

- M. Guglielminetti, Petrarca e il petrarchismo, Alessandria, Edizioni dell'orso, 1994;

- G. Masi, La lirica e i trattati d'amore, in Storia della letteratura italiana, diretta da E. Malato, vol. IV, Il primo Cinquecento, Roma, Salerno Editrice, 1996, pp. 595-679;

- AA.VV., I territori del petrarchismo. Frontiere e sconfinamenti, a cura di Cristina Montagnani, Roma, Bulzoni, 2005;

- AA.VV., Il Petrarchismo. Un modello di poesia per l'Europa, a cura di Loredana Chines, Floriana Calitti e Roberto Gigliucci, Roma, Bulzoni, 2006.

I saggi suddetti sono tutti reperibili presso la biblioteca del Dipartimento. Altre indicazioni saranno fornite durante il corso.
Programma: Vecchio ordinamentoTrattandosi di un corso a struttura seminariale, il programma coincide con quello degli altri ordinamenti.
Testi: Vecchio ordinamentoTrattandosi di un corso a struttura seminariale, i testi coincidono con quelli degli altri ordinamenti.
Eventuali indicazioni per non frequentantiTrattandosi di un corso a struttura seminariale (vedi sotto: Modalità d’esame) è OBBLIGATORIA LA FREQUENZA da parte degli studenti. Solo in motivati casi particolari, chi è impossibilitato a frequentare e vuole sostenere l’esame deve concordare il programma con il docente.
Propedeuticità richieste dal docenteE' previsto che gli studenti abbiano sostenuto almeno due esami di Letteratura italiana per la laurea triennale, in quanto è ovviamente necessario che essi posseggano una buona preparazione sulla storia della letteratura italiana, sulla metrica e sulla retorica.
Modalità d'esameIl corso ha una struttura seminariale, che prevede la frequenza e la partecipazione attiva da parte degli studenti, i quali dovranno svolgere almeno una relazione in forma orale su un argomento attribuito dal docente (commento critico a uno o più testi dell'antologia di Dionigi Atanagi). Ogni relazione sarà discussa e commentata dal docente e dagli altri studenti. Dopo la fine del corso, entro le date che saranno indicate a suo tempo, dovrà essere consegnata la versione scritta di tale relazione su uno stampato cartaceo, rispettando i limiti quantitativi prescritti dal docente. La valutazione finale terrà conto di tutte le attività svolte durante il corso (esposizioni orali e interventi di commento) e dell'elaborato scritto; di quest'ultimo non saranno trascurati gli aspetti formali.
Prossimi appelli Da settembre 2014 le iscrizioni si raccolgono dal portale esami di ateneo

Ultimo aggiornamento: 12/9/2012


Home Altri anni accademici Operatori Docenti
Tutte le informazioni contenute in questo sito sono a disposizione del pubblico solo per uso privato. E' espressamente vietata la riproduzione totale o parziale a fini commerciali di testi e immagini qui pubblicati.