Anno Accademico: 2013-2014
:: Ricerca ::
Titolatura
Docente
Settore disciplinare
Corso di laurea
Iscrizione on line Appelli d'esame Avvisi
:: Insegnamento :: Letteratura Inglese 2
Titolatura Letteratura Inglese 2
CDS Lingue e Letterature Straniere (DM 270)
Docenti Carla Dente
Tipo di insegnamento Corso
Codici/crediti Modulo unico:230LL cfu:9
Settore scientifico - disciplinare L-LIN/10 Letteratura inglese
NoteIl corso tenuto dalla prof.ssa Carla Dente è rivolto agli studenti del Curriculum A.
La didattica del corso è così articolata: 6 cfu sono svolti dai docenti
titolari (modulo A). I restanti 3 cfu sono affidati a docenti vari, che
terranno due lezioni ciascuno su una serie di argomenti relativi a
metodologie e strumenti di analisi del testo letterario (modulo B). Il
ciclo di lezioni relative al modulo B si terrà nel primo semestre e verrà
ripetuto nel secondo, per facilitare la frequenza da parte di tutti gli
studenti.
Periodo lezioniAnnuale
OrarioSecondo semestre del corso di laurea in Lingue e Letterature Straniere (DM 270)
Commissione: MembriProf. Roberta Ferrari
Commissione: SupplentiDott. Sara Soncini
Titolo - modulo A o unicoModulo A (II semestre), prof. Carla Dente
Forme di ibridismo: il tragicomico in Shakespeare, Beaumont e Fletcher, Marston. Spunti tematici, convenzioni discorsive, convenzioni sceniche. 6 CFU (Slide Lectures)
Argomento: Modulo AArgomento del corso: Il corso si concentrerà sul paradigma del tragicomico nel passaggio dal periodo Tudor a quello Early Stuart discusso a partire da testi importanti di Shakespeare, Marston, Fletcher e Beaumont. Di questo paradigma se ne studieranno soprattutto le influenze, le convenzioni teatrali e discorsive.
Testi: Modulo AProgramma d’esame:
Testi primari:
William Shakespeare, The Winter’s Tale, Measure for Measure qualsiasi edizione autorevole (Arden, Oxford, Cambridge). Le introduzioni ai singoli testi contenute nelle edizioni citate, le sole raccomandate, sono reperibili in biblioteca.
John Fletcher, The Tamer Tamed, ed. by Lucy Munro, New Mermaids, London 2010.
Lewis Theobald, Double Falsehood, Arden Edition, Routledge, Londra 2010
Greg Doran, Cardenio. Shakespeare ‘Lost Play’ re-imagined, Nick Hern Books, London 2011.
John Marston, The Malcontent, edited by G.K. Hunter, MUP 1999.
Francis Beaumont & John Fletcher, Philaster, ed. by S. Gossett, New Mermaids, London 2010.
Testi secondari:
Vittoria Intonti (a cura di) Forme del tragicomico nel teatro tardo elisabettiano e giacomiano, Napoli, Liguori 2004.
Ph. Sidney, A Defence of Poetry, ed, by Van Dorsten, Oxford.
C. Dente, “I viaggi del testo. Cardenio, o alla ricerca del testo shakespeariano perduto: collaborazioni, attribuzioni e adattamenti”, in Commedia e dintorni a cura di Accardi e Pezzini, Pisa, Felici 2013.
Titolo - modulo B“Corso propedeutico di teoria della letteratura”, 3 CFU.
Argomento: Modulo BIl corso, finalizzato alla lettura e all’interpretazione del testo, consiste in un ciclo di lezioni, tenuto da vari docenti nel primo semestre e ripetuto nel secondo, su una serie di argomenti relativi a metodologie e strumenti di analisi del testo letterario.

Testi: Modulo BLetture metodologiche obbligatorie:
R.Ceserani, Il testo poetico, Bologna, Il Mulino, 2005, Cap. 1(pp. 9-13), cap. 3, (pp. 71-81), cap. 4 (pp. 83-97), Glossario, pp. 175-187.
A.J. Arnold, "Caliban, Culture, and Nation Building in the Caribbean", in N. Lie & T. D'haen, Constellation Caliban: Figuration of a Character, Rodopi, Amsterdam 1997, pp.231-243.
G. Steiner, "Che cosa è la letteratura comparata?", in id., Nessuna passione spenta. Saggi 1978-
1996, Garzanti, Milano 1997, pp. 86-103 disponibile anche online: http://www.stefanomanferlotti.com/File/STEINER.htm
W.B. Worthen, ‘Disciplines of the text. Sites of performance” in TDR, vol. 39, 1/1995, pp. 13-28.
Saranno inoltre messe a disposizione alcune fotocopie di appunti delle lezioni


Bibliografia di riferimentoParte istituzionale:
Gli studenti sono inoltre tenuti ad acquisire adeguate conoscenze dello sviluppo della Letterature
inglese in prospettiva diacronica, con riferimento al periodo dalle origini alla fine del XVII secolo.
A tal fine si consiglia l’uso, a scelta, del seguente manuale:
- A. Sanders, The Short Oxford History of English Literature, Oxford, Clarendon Press, 1996 (trad.
it. Storia della letteratura inglese, a cura di A. Anzi, Milano, Mondatori, 2001)
Gli studenti sono inoltre tenuti a leggere in lingua originale i seguenti testi:
G. Chaucer, “General Prologue”, e il Wife of Bath Tale in Canterbury Tales. I racconti di Canterbury, trad. it. a cura di E. Barisone con un saggio di Harold Bloom, Milano, Mondadori
T. Wyatt, The long love that in my thought doth harbour *
E. Spenser, Faerie Queene (“Proem”, stanzas 1-4, Book 1, Canto i, stanzas 1-10; Amoretti (LIV)**
W. Shakespeare: Sonetti 12**, 18*, 30*, 129*, 130*
G. Herbert, The Pulley *
J. Donne, The Good-Morrow *, da Holy Sonnets: Batter my heart (XIV)*;
Marvell, To His Coy Mistress *
J. Milton, Paradise Lost (Book I, vv. 1-270; e Book IV, vv. 131-267), in J. Milton, Paradiso perduto, trad. it. con testo a fronte a cura di Roberto Sanesi, Classici Mondadori
Thomas Lodge, Rosalynde, disponibile on line
The Bible, Authorized King James Version, Oxford Classics, (Introduction, The translators to the Reader, Genesis 1-30)
A. Behn, Oroonoko, or the Royal Slave, O.U.P., World’s Classics.
F. Bacon, from Essays, “Of Death”, “Of Plantations”, “Of Custom and Education” **
W. Congreve, The Way Of the World **
N.B. I testi contrassegnati con un solo asterisco (*) sono reperibili anche in The Arnold Anthology of British and Irish Literature in English, R. Clark and T. Healy eds., London, Arnold, 19972)

Testi secondari:
D. Fisk ed. The Cambridge Companion to English Restoration Theatre, CUP 2000 ( Chapters 3, 9, 12, 14).

In sede d’esame verrà inoltre verificata la conoscenza dei seguenti testi critici:
- Cinta Zunino-Garrido, Mimesis and the Representation of Experience,Bern, Peter Lang, 2012, Introduction, Chapters I, II (p.9-170).
-W. Hammond & D. Stuart, Verbatim, Verbatim, London, Oberon Books (2008), 2 capitoli: D. Hare & Max Stafford Clark e Richard Norton-Taylor
Programma: Vecchio ordinamentoIl programma del corso monografico è uguale a quello del modula A
Per la parte istituzionale si contatti il coordinatore della didattica di inglese Prof. Marta Bardotti
Eventuali indicazioni per non frequentantiModulo A: Programma per studenti non frequentanti:
Gli studenti impossibilitati alla frequenza delle lezioni sono tenuti a mettersi in contatto con la docente per concordare eventuali integrazioni al programma d’esame.

Modulo B: rogramma per non frequentanti: Gli studenti impossibilitati alla frequenza delle lezioni sono tenuti a procurarsi i materiali distribuiti a lezione e la eggere i seguenti testi:.
C. Calvo and J-J- Weber, The Literature Workshop, Routledge, Cap I, pp 1-26.
R. Rutelli , Semiotica semplificata, Napoli Liguori, parte II da p. 171-301
K. Elam, Semiotica del teatro, Il Mulino, Bologna, capp 3 e 4
Propedeuticità richieste dal docenteFrequenza ai corsi di primo anno di letteratura inglese.
Modalità d'esameMod. A: la valutazione delle attività svolte consisterà in un colloquio orale che terrà conto di eventuali presentazioni scritte o orali.

Prossimi appelli Da settembre 2014 le iscrizioni si raccolgono dal portale esami di ateneo

Ultimo aggiornamento: 10/10/2013


Home Altri anni accademici Operatori Docenti
Tutte le informazioni contenute in questo sito sono a disposizione del pubblico solo per uso privato. E' espressamente vietata la riproduzione totale o parziale a fini commerciali di testi e immagini qui pubblicati.