Anno Accademico: 2013-2014
:: Ricerca ::
Titolatura
Docente
Settore disciplinare
Corso di laurea
Iscrizione on line Appelli d'esame Avvisi
:: Insegnamento :: Lingua inglese 2
Titolatura Lingua inglese 2
CDS Lingue e Letterature Moderne Euroamericane (DM 270)
Docenti Silvia Bruti
Tipo di insegnamento Corso
Codici/crediti Modulo unico:037LL cfu:15
Settore scientifico - disciplinare --ALTRI
Periodo lezioniSecondo semestre
OrarioSecondo semestre del corso di laurea in Lingue e Letterature Moderne Euroamericane (DM 270)
Commissione: MembriSilvia Bruti
Belinda Crawford
Commissione: SupplentiSteve Coffey
Titolo - modulo A o unicoPRIMO ANNO

Modulo 1a (6 cfu)
The structure of conversation
Corpus linguistics as a methodology

Modulo 1b (3 cfu)
The lexico-phraseology of English
Argomento: Modulo AModulo 1a
L’obiettivo di questo modulo è quello di approfondire gli aspetti strutturali della conversazione, soffermandosi sulle differenze tra il linguaggio parlato in ambito informale e il testo scritto. Inoltre, verranno introdotte le nozioni fondamentali della linguistica dei corpora come metodologia particolarmente utile per analizzare gli elementi distintivi della conversazione.

Modula 1b
La seconda parte del modulo si concentrerà sulla ‘fraseologia’ della lingua inglese, ovvero il modo in cui le parole tipicamente si combinano tra di loro. Attraverso l’analisi lessicale di alcuni specifici testi ed un confronto con i dati rilevati in corpora linguistici, si dimostrerà quanto sia importante la fraseologia, nelle sue diverse forme, per la comunicazione inglese.
Testi: Modulo AModulo 1a
D. Biber et al., 1999, “The grammar of conversation”, in The Longman Grammar of spoken and written English, London and New York, Longman, pp. 1038-1125.
J. Miller, 2006, “Spoken and written English” in B. Aarts, A. McMahon (eds),The Handbook of English linguistics, Oxford, Blackwell, pp. 670-691.
G. Kennedy, 1998. Introduction to Corpus Linguistics, Harlow, Longman (Chapter 1).
B Crawford Camiciottoli, 2007. The Language of Business Studies Lectures: A Corpus-assisted analysis. Amsterdam/Philadelphia: John Benjamins (Chapters 3 and 4).
Dispense a cura della docente e materiale distribuito durante il corso.

Modula 1b
(1) 'The Butler' (a short story by Roald Dahl, published in various collections of Dahl's short stories and also retrievable from the internet - or contact coffey@cli.unipi.it).

(2) An advanced level corpus-based learner's dictionary, preferrably one of the following:
(a) Cambridge Advanced Learner’s dictionary
(b) Collins Cobuild Advanced Learner’s English Dictionary
(c) Longman Dictionary of Contemporary English
(d) Macmillan English Dictionary for Advanced Learners
(e) Merriam-Webster’s Advanced Learner’s Dictionary (ed. Perrault), 2008.
(f) The Oxford Advanced Learner’s Dictionary

(3) 'Phrases in the Text: a lexical perspective' (contact Dr Coffey - coffey@cli.unipi.it)
Titolo - modulo BInsights into (cross)cultural pragmatics
Argomento: Modulo BIn questo modulo si approfondiranno due argomenti di pragmatica della comunicazione, cioè la comunicazione cross-culturale e le strategie di cortesia. Si mostrerà la centralità di questi temi tanto nella conversazione spontanea quanto nella fiction attraverso l'analisi di testi di diversi generi.
Testi: Modulo BJ. Cutting, 2002, Pragmatics and Discourse, London and New York, Routledge, sezioni A1, A3, A5 e A6; D1, D3 e D6.
J. Peccei, 1999, Pragmatics, London, Routledge.
E. Traugott, M.L. Pratt, 1980, Linguistics for Students of Literature, New York, Harcourt, cap. 6 (pp. 226-263).
S. Harris, 2007, “Politeness and power” in C. Llamas, L. Mullany, P. Stockwell (eds), The Routledge Companion to Sociolinguistics, pp. 122-129, in fotocopia
Voci di enciclopedia, dalla Encyclopedia of Language and Linguistics, 2006, Amsterdam , Elsevier: ‘Politeness’ di B. Pizziconi e ‘Politeness strategies as linguistic variables’ di J. Holmes, in fotocopia
F. Bargiela, C. Boz, A. Hamza, S. Mills, M. Nino, 2000, "Anglocentrism and 'Involvement' Politeness Strategies", online paper.

Altro materiale sarà indicato e fornito dalla docente durante il corso.
Eventuali indicazioni per non frequentantiI non frequentanti sono tenuti a mettersi in contatto con le lettrici per informazioni e per concordare programmi alternativi. Le informazioni circa il lettorato e le relative prove sono disponibili nelle bacheche del Centro Linguistico e sul sito www.cli.unipi.it. Le lettrici ricevono gli studenti nei locali del CLI siti in Via S. Maria 85 (palazzo Boilleau).
E' opportuno anche contattare i docenti prima di sostenere l'esame e verificare il programma che si intende sostenere.
Modalità d'esamePRIMO ANNO
Modulo 1a: Per gli studenti frequentanti, l'esame consiste in: (1) l'elaborazione di un progetto di gruppo, accompagnato da una presentazione orale da svolgere durante il corso e (2) un test scritto con domande su argomenti trattati durante il modulo. Per gli studenti non-frequentanti, l’esame consiste in una prova finale scritta con domande su argomenti trattati durante il modulo e analisi di testi.

Modulo 1b: Gli studenti dovranno analizzare, con l'aiuto di un vocabolario monolingue, un testo dal punto di vista della fraseologia.

Alla votazione finale contribuisce anche il risultato riportato nelle prove relative al lettorato.


SECONDO ANNO: L'esame consiste in una prova scritta sui contenuti del corso (domande di verifica e analisi di testi). Per gli studenti frequentanti ci saranno anche delle modalità di verifica durante lo svolgimento del corso (relazione o presentazione orale).
Alla votazione finale contribuisce anche il risultato riportato nelle prove relative al lettorato.
Prossimi appelli Da settembre 2014 le iscrizioni si raccolgono dal portale esami di ateneo

Ultimo aggiornamento: 12/11/2013


Home Altri anni accademici Operatori Docenti
Tutte le informazioni contenute in questo sito sono a disposizione del pubblico solo per uso privato. E' espressamente vietata la riproduzione totale o parziale a fini commerciali di testi e immagini qui pubblicati.